Logo di Ans - Vai alla Home Page
ANS - Agenzia iNfo Salesiana



IT EN ES FR PT PL Versione Standard || Solo Testo

Stampa la pagina corrente Stampa   
:. NEWS

16/5/2012 - RMG - Pierre Babin, un gigante della comunicazione cattolica
Foto dell'articolo -RMG – PIERRE BABIN, UN GIGANTE DELLA COMUNICAZIONE CATTOLICA

(ANS – Roma) – Il 9 maggio scorso all’età di 87 anni è scomparso Pierre Babin, Missionario Oblato di Maria Immacolata, grande esperto di comunicazione religiosa. Fu fondatore del Centro di Ricerca e Educazione in Comunicazione (CREC), dove si sono formati centinaia di comunicatori soprattutto dei continenti africano e asiatico, e creatore della “via simbolica” per la nuova evangelizzazione.

Nato a Paray-le-Monial (Francia) nel 1925, nel 1942 è entrato nella Congregazione degli Oblati di Maria Immacolata (OMI); è stato ordinato sacerdote nel 1949. Ha completato i suoi studi di teologia all’Università Cattolica di Lione, specializzandosi nel rapporto tra teologia e psicologia. Nel 1955 ha iniziato la docenza universitaria: prima a Lione, poi a Parigi, Strasburgo, Ottawa, Montreal, Bangkok. Negli anni '80 e '90 è stato docente ospite nell’Università Salesiana in occasione di vari convegni e seminari.

A Lione, nel 1971, Pierre Babin fonda il CREC, specializzato nella formazione ai media e alla comunicazione e a servizio delle istituzioni cristiane. Pubblica un gran numero di articoli e di libri, dove si riscontra un costante impegno per la conciliazione della comunicazione mediatica con la provocazione evangelica, a partire da una feconda integrazione delle idee del catecheta Joseph Colomb e del massmediologo Marshall McLuhan con il quale era stato in contatto e dal quale aveva dedotto alcune idee che aveva applicato alla comunicazione in ambito ecclesiale e missionario.

Nel 2011, anno del centenario della nascita di Marshall McLuhan aveva ricevuto un premio intitolato alla memoria dell'educatore e comunicatore canadese.

La sua proposta riconosce una vera supremazia all’“immagine” rispetto ad ogni forma di comunicazione “orale”, un’immagine intesa in senso ampio così da includere il simbolo, l’intuizione, la musica, il suono. Per lui il linguaggio audiovisivo è molto più di un semplice strumento pedagogico funzionale alla trasmissione del messaggio della fede. Di qui la proposta della “via simbolica”, termine con cui Babin indica un atteggiamento spirituale, un nuovo modo di entrare in contatto con la realtà e la cultura, piuttosto che un metodo didattico per facilitare l’apprendimento.

I funerali sono stati celebrati il 12 maggio nella Chapelle Saint François d'Assise a Lione.

Pubblicato il 16/05/2012

comunica ANS news


Le ultime News
25/11/2014 - Myanmar – 500 anni di Chiesa cattolica, “generosa, devota e pia”
25/11/2014 - Spagna – Gemmary, Asmaa e Imad: il coronamento degli sforzi
25/11/2014 - Brasile – Rafforzare il carisma salesiano, nella diversità culturale
25/11/2014 - RMG – “Come Famiglia Salesiana, per la cura educativa DELLE e DEI giovani”
24/11/2014 - RMG – “Appartenere di più a Dio, di più ai fratelli e alle sorelle, di più ai giovani”


News dell'ultima settimana
News dell'ultimo mese