Italia – Sessione di formazione del Rettor Maggiore con i nuovi missionari

Roma, Italia – settembre 2018 – Giovedì 20 settembre il Rettor Maggiore, Don ...

Israele – Professioni perpetue

Nazareth, Israele – settembre 2018 – Il 9 settembre, presso la Basilica di Gesù ...

RMG – Advocacy secondo la prospettiva Salesiana

(ANS – Roma) – Si apre in questi giorni a New York la 73a sessione dell’Assemblea ...

Italia – “Una tappa di riflessione e di concreto aiuto al mondo giovanile”: il Congresso ...

(ANS – Roma) – È Papa Francesco a tradurre l’istanza che anima il ...

Nepal – Un festival musicale per Don Bosco

Kathmandu, Nepal – agosto 2018 – Nel mese di Don Bosco tutte le scuole salesiane in ...

Spagna – L’animazione vocazionale, un dinamismo che non si arresta

(ANS – Siviglia) – Il progetto vocazionale “Ven y verás” (Vieni e ...

Argentina – Professioni perpetue di tre salesiani

San Justo, Argentina – settembre 2018 – Il 15 settembre sono state celebrate le ...

Notizie

(ANS – Calcutta) – Il Postulatore Generale per le Cause dei Santi della Famiglia Salesiana, don Pierluigi Cameroni, ha iniziato nei giorni scorso una visita in India per promuovere le cause di quattro Figli spirituali di Don Bosco: i Venerabili don Francesco Convertini e mons. Stefano Ferrando, e i Servi di Dio don Costantino Vendrame e mons. Oreste Marengo.

(ANS – Tambacounda) – “Quando decidiamo di metterci in viaggio, non pensiamo mai che possiamo morire. L’unico desiderio che ci porta a lasciare la nostra patria è volere una vita migliore. Vogliamo lasciare la povertà... Quindi chiudiamo gli occhi e ci lanciamo all’avventura”. È la testimonianza di Seny Daillo, un giovane senegalese che un giorno ha lasciato la sua famiglia e iniziato un viaggio da Tambacounda a Lampedusa. Qual è stata la fine di questa storia? Che esito ha avuto il desiderio di una vita migliore? Le domande si affollano e le risposte sono nelle poche parole e nella vita stessa di Seny.

(ANS – Roma) – Si apre in questi giorni a New York la 73a sessione dell’Assemblea Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite. I Salesiani partecipano attivamente, attraverso un’intensa attività di “advocacy”, ai lavori di questa ed altre organizzazioni internazionali dove è possibile far ascoltare la voce dei giovani, portando all’attenzione dei decisori politici le esigenze e le aspettative dei giovani più poveri ed emarginati.  Ebbene, che cosa significa fare “advocacy” in chiave Salesiana? Ma soprattutto, perché questo tema si impone oggi alla riflessione della Congregazione e della Famiglia Salesiana? A queste ed altre simili domande cerca di rispondere il Position Paper intitolato “Cosa significa fare advocacy secondo una prospettiva Salesiana”, adottato recentemente dal Rettor Maggiore e dal Consiglio Generale dei Salesiani di Don Bosco.

Pagina 1 di 629

Interviste

  • Ecuador – Ha scambiato la Matematica per la passione con i giovani e così studierà Psicologia: il “licen”
    • Giovedì, 20 Settembre 2018

    (ANS – Quito) – Dopo aver servito per nove mesi come volontario missionario nel progetto salesiano “Chicos de la Calle”, il 26enne Gonzalo Peralta è tornato nel suo Paese natale, il Cile, con una decisione: non proseguire con il programma post-lauream in Matematica che aveva in mente, ma seguire un master in Psicologia sul lavoro con i giovani. Tale scelta si è materializzata per via dell’esperienza vissuta con i bambini e i giovani dell’Unità Educativa di San Patricio (UESPA) e del centro d’accoglienza “Mi Caleta”, con sede a Quito.

Editoriale

  • Soggettività, reti e forme di connessione
    • Martedì, 11 Settembre 2018

    I giovani oggi vivono in un mondo globalizzato, una rete di interconnessioni e relazioni. Beni, informazioni, immagini elettroniche, canzoni, intrattenimento e mode si diffondono quasi istantaneamente in tutto il pianeta. Le reti sociali sono diventate il loro habitat naturale ed è attraverso di esse che si conosce il mondo circostante. Il salesiano Ariel Fresia presenta un punto di vista originale sulla comprensione di questi nativi iperconnessi.

Eventi

L'Approfondimento

  • Spagna – L’animazione vocazionale, un dinamismo che non si arresta
    • Venerdì, 21 Settembre 2018

    (ANS – Siviglia) – Il progetto vocazionale “Ven y verás” (Vieni e vedi), che ha costituito il filo conduttore degli ultimi 12 mesi dell’Ispettoria salesiana “Spagna-Maria Ausiliatrice”, e che ha l’obiettivo di focalizzare la Pastorale Giovanile Salesiana in questa prospettiva, continua ad essere attivo e a favorire lo sviluppo di progetto di vita tra i giovani. Questo impegno, che procede insieme agli sforzi di tutta la Chiesa e della Congregazione Salesiana, anche alla luce del seminario sull’animazione vocazionale svoltosi a Sanlúcar la Mayor (Siviglia), apre la strada affinché i destinatari dell’azione salesiana trovino il loro modo di essere cristiani e siano accompagnati a scoprire la loro vocazione specifica: laicale, al matrimonio, al sacerdozio o alla vita consacrata.

Il Messaggio del Rettor Maggiore

  • VITE PIENE
    • Giovedì, 23 Agosto 2018

    Penso che proprio questo sia ciò che ci sta più a cuore: sentire che la nostra vita è piena. È un’aspirazione profondamente umana. In questo senso devo dirvi che sto conoscendo molte persone che vivono e hanno vissuto una vita piena. E ci indicano il cammino della felicità.

Video IT

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".