Quanti sono i salesiani in formazione iniziale?

  Prenovizi: 521Novizi: 435Postnovizi: 942Tirocinanti: 676Studenti teologia: 740Coadiutori ...

Slovacchia – Incontro dei responsabili dei prenoviziati salesiani dell’Europa Centro e Nord

Bratislava, Slovacchia – novembre 2018 - Dal 16 al 18 novembre si è svolto ...

Spagna – Nasce “Tech Don Bosco”, una realtà salesiana per rafforzare la Formazione Professionale

(ANS – Madrid) – I Salesiani di Spagna hanno una nuova struttura per promuovere la ...

Italia – Il Rettor Maggiore riceve la Presidenza della Federazione Italiana Exallievi ed Exallieve ...

Roma, Italia – dicembre 2018 – Domenica 9 dicembre 2018 la Presidenza della Federazione ...

Colombia - Ordinazioni sacerdotali

Bogotá, Colombia - 8 dicembre 2018 - L'Ispettoria salesiana "San Pietro Clavier" di ...

Vaticano – Causa del Servo di Dio Ignazio Stuchlý, SDB: parere positivo dei Consultori storici

(ANS – Città del Vaticano) – Dopo essere stata consegnata ufficialmente lo ...

Eritrea – Un pozzo per la tutela di una comunità rurale

(ANS – Degra Mereto) – “Custodire ogni giorno questo bene inestimabile ...

Notizie

(ANS – Bengalore) – Il 25 e 26 novembre 2018, presso la Casa Ispettoriale di Bangalore, India, si è tenuto l’incontro degli Uffici di Pianificazione e Sviluppo (PDO) della regione salesiana dell’Asia Sud. L’incontro ha visto la partecipazione di 23 persone, tra cui 10 rappresentanti dei PDO della regione, diversi Economi Ispettoriali e funzionari delle ONG salesiane “Don Bosco Mondo” e “Jugend Eine Welt”. Il tema dell’incontro è stato “Convergere per uno sviluppo d’impatto”.

(ANS – Torino) – A partire da ieri, lunedì 3 dicembre, le cosiddette “Camerette di Don Bosco” a Torino, cioè gli ambienti in cui visse san Giovanni Bosco presso Valdocco, sono chiuse per restauro. I lavori si prolungheranno almeno per tutto il 2019: l’intenzione è procedere ad un completo riassetto della Casa Pinardi, in vista del Capitolo Generale 28, che si celebrerà proprio a Valdocco dal 16 febbraio al 4 aprile 2020.

(ANS – Lima) – Alle prime ore del mattino del 3 dicembre si è iniziata a diffondere la notizia della morte di un grande salesiano, un uomo di Dio, che ha dedicato tutta la sua vita ai giovani: don Ugo de Censi Scarafoni, per tutti, semplicemente, “don Ugo”. La sua vita intensa, sacrificata, piena di affetto offerto e ricevuto, è un esempio che ha influito sulle scelte di vita di molti giovani. Ha animato migliaia di ragazzi, fondato centri, parrocchie, scuole, laboratori, ospedali, case di accoglienza, istituti, seminari, un monastero… Ma soprattutto, si è preoccupato dei poveri, dei giovani in difficoltà. All’età di 94 anni ha raggiunto la Casa del Padre.

Pagina 8 di 684

Interviste

Editoriale

  • Comunicare nella rete: un linguaggio da imparare di nuovo
    • Lunedì, 12 Novembre 2018

    È un dato di fatto che la comunicazione digitale sia una sfida per la Chiesa. Nell’ultimo Sinodo dei Vescovi si parla della rete come uno spazio di evangelizzazione, come un continente da esplorare, come un nuovo luogo dove abitare. Le vecchie "autostrade dell'informazione" sono ormai diventate vere "costellazioni di contenuti", ci sono circa 1.400 milioni di siti web nella rete e il loro numero cresce esponenzialmente, mentre ogni giorno nascono nuove comunità virtuali di incontri e di discussione secondo i diversi gusti e i bisogni della gente.

Eventi

L'Approfondimento

  • Perù – Le lezioni che lascia don Ugo de Censi
    • Mercoledì, 05 Dicembre 2018

    (ANS – Lima) – Non possiamo essere più grati e, allo stesso tempo, rattristati dalla partenza di don Ugo de Censi, che ci lascia un po’ orfani. Ma sappiamo che è nell’Oratorio del Cielo, accanto a Don Bosco, illuminato dal volto luminoso di quel Dio che tanto desiderava e che ora potrà vedere faccia a faccia.

Il Messaggio del Rettor Maggiore

  • CI SONO ANCORA LE BUONE NOTIZIE!
    • Venerdì, 09 Novembre 2018

    Vi sto scrivendo, cari amici, poche ore dopo aver consegnato la croce missionaria al gruppo di 10 Figlie di Maria Ausiliatrice e 25 Salesiani di Don Bosco di questa 149° Spedizione Missionaria, a partire dalla prima preparata da Don Bosco stesso l’11 novembre del 1875. In quella occasione erano dieci i primi Salesiani inviati in Argentina, sei giovani sacerdoti e quattro Salesiani Coadiutori. Quei primi sono stati seguiti da 11.000 salesiani e 2.500 Figlie di Maria Ausiliatrice, più di 2.000 italiane, partiti dall’Europa per il mondo. È una realtà meravigliosa che mi fa dire che esistono ancora buone notizie da conoscere e comunicare.

Video IT

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".