Editoriale

84 anni fa Papa Pio XI, il 1° aprile, come quest’anno solennità di Pasqua, proclamava santo Don Bosco. Terminava così il lungo processo di beatificazione e canonizzazione, iniziato a Torino il 4 giugno 1890.

Il silenzio degli oppressi

Le reti sociali hanno inondato di immagini e commenti la tragedia in Siria. È difficile non essere commossi dalle immagini che ci presentano la sofferenza dei più deboli. I Salesiani sono presenti in quel paese dal 1948 e sperimentano l’angoscia di migliaia di bambini e giovani a Damasco e Aleppo.

Secondo la teoria sui bisogni dello psicologo statunitense Abraham Maslow, l'uomo è un essere che deve soddisfare una serie di bisogni fondamentali per sopravvivere, non sono solo fisici, ma anche sociali.

Riunendosi con i vescovi del Perù il Papa ha iniziato il suo messaggio parlando del grande vescovo san Toribio de Mogrovejo e ha proposto la sua figura come esempio di pastore: “Volle andare all’altra riva in cerca dei lontani e dei dispersi. A tale scopo dovette lasciare le comodità del vescovado e percorrere il territorio affidatogli, in continue visite pastorali, cercando di arrivare e stare là dove c’era bisogno (…). Oggi lo chiameremmo un vescovo ‘di strada’. Un vescovo con le suole consumate dal camminare, dall’andare incontro per annunciare il Vangelo a tutti, in tutti i luoghi, in tutte le occasioni, senza indugio, senza repulsioni e senza paura”.

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".