Stampa questa pagina

Timor Est – Accompagnamento salesiano in azione
In evidenza

28 Marzo 2018

(ANS – Dili) – Con circa 80 Salesiani in formazione Timor Est è un attualmente un vivaio di giovani Salesiani. L’accompagnamento realizzato nelle quattro case di formazione - due aspirantati, a Dili e Fatumaca, il prenoviziato di Los Palos e il Noviziato di Fatumaca - è determinante per la fioritura del carisma salesiano nel Paese.

L’aspirantato situato presso l’opera “Don Bosco Centec” di Dili accoglie attualmente 19 giovani provenienti da tutto il Paese, che non hanno avuto esperienze precedenti di educazione salesiana, e che iniziano a conoscere solo lì la spiritualità e il carisma di Don Bosco, grazie alla prossimità di don Mario do Rosario e del suo assistente, il chierico Hipolito de Jesus.

Gli aspiranti risiedono nello stesso convitto che accoglie i giovani allievi internisti del l’annesso Centro Tecnico Professionale – che negli anni ha già formato migliaia di giovani timoresi – ed essi stessi ricevono lezioni nelle abilità tecniche, insieme a quelle di lingua (inglese e portoghese) e di salesianità. Partecipano, inoltre, alla vita di preghiera con i 7 Salesiani della comunità e nel fine-settimana si dedicano ad animare le attività dell’oratorio. Ad essi va aggiunto poi un secondo gruppo di aspiranti maggiori, accolto a Fatumaca. “Se Dio vuole, la maggior parte di questi due gruppi di aspiranti si incontreranno a Los Palos per il loro prenoviziato” auspica don Yohannes Laba, SDB, Direttore dell’aspirantato di Dili.

Il postnoviziato “Beato Filippo Rinaldi” di Dili, con 39 Salesiani, è invece la più grande comunità salesiana in tutto il Paese, dove 3 candidati alla vita laicale salesiana, e 29 candidati al sacerdozio, vengono accompagnati nella loro crescita vocazionale dal Direttore, don Manuel Pinto, e altri 6 formatori.

Caratterizzata da un forte clima di famiglia e di preghiera, la vita comunitaria si sviluppa attorno a cinque ambiti (missionario, liturgico, sportivo, pastorale e culturale), con un impegnativo ministero educativo pastorale portato avanti durante la settimana negli oratori attorno a Dili. E proprio da quest’anno la comunità ha deciso di aprire un nuovo ambito collaborando alla pastorale carceraria locale.

Anche la formazione e l’animazione missionaria sono aspetti peculiari della comunità: vengono proiettati con regolarità i video delle Giornate Missionarie, ogni 11 del mese si offrono delle apposite preghiere, è attivo un consiglio missionario e da diversi anni si contano 2-3 anni studenti impegnati nel discernimento per la missione ad gentes.

Ogni postnovizio, guidato dal suo confessore, dalla sua guida spirituale e dal proprio piano personale di vita, intraprende il cammino quotidiano di crescita vocazionale.

Fonte: AustraLasia

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".