Stampa questa pagina

RMG – Il Messico è pronto ad accogliere di nuovo il Rettor Maggiore

16 Aprile 2018

(ANS – Guadalajara) – Un vecchio detto popolare messicano dice che “non c’è scadenza che non venga rispettata”. E la Famiglia Salesiana dell’Ispettoria di Messico-Guadalajara (MEG) è felice di constatare che è davvero così: oggi, 16 aprile, finisce l’attesa, perché il Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, torna in Messico per incontrare i suoi confratelli e tutti coloro che condividono il carisma di Don Bosco e ne portano avanti la missione.

di Édgar Velasco

Esattamente un anno fa, i primi di maggio 2017, il X Successore di Don Bosco visitava in particolare l’Ispettoria di Messico-México, che copre la parte meridionale del Paese. Nella attuale occasione il Rettor Maggiore – accompagnato, oltre che dal suo Segretario, don Horacio López, anche da don Filiberto González, Consigliere Generale per la Comunicazione Sociale, originario di quell’Ispettoria, e da don Timothy Ploch, Consigliere per la Regione Interamerica –  visiterà l’Ispettoria MEG, che copre le aree occidentali e settentrionali del Messico, di forte tradizione cattolica e salesiana.

Don Á.F. Artime metterà piede nella capitale dello Stato di Jalisco, Guadalajara, nella serata di oggi, lunedì 16. Inizierà così per lui un’intensa settimana: per cominciare, il Rettor Maggiore dedicherà due giorni all’incontro con il Consiglio Ispettoriale prima, e con i Salesiani dell’Ispettoria poi, per visitare successivamente diverse opere e presenze salesiane.

Giovedì 19 si radunerà con la Famiglia Salesiana di MEG, ospitata nel Santuario Nazionale di “San Giovanni Bosco”, situato nella città di León, Stato di Guanajuato, e celebrerà per loro la Messa. Nel pomeriggio incontrerà i ragazzi del Movimento Giovanile Salesiano a Ciudad del Niño, un’opera che fa parte del Progetto “Niños Don Bosco”.

Il giorno seguente raggiungerà Tijuana, città al confine con gli Stati Uniti, dove dialogherà con i giovani delle presenze salesiane di quella parte del Paese, con appuntamento presso l’oratorio “Don Bosco”.

Sabato 21 aprile infine, sempre a Tijuana visiterà il Refettorio Salesiano “Padre Chava” che offre accoglienza, garantendo ogni giorno cibo e altri servizi a circa un migliaio di migranti e senzatetto di tutte le provenienze, e che a partire dal 2016 ha dovuto fronteggiare una particolare impennata di arrivi di migranti haitiani.

Quello stesso giorno avrà termine la visita del Rettor Maggiore, con un festoso incontro con i Salesiani e la Famiglia Salesiana presenti sulla striscia di confine Messico-Stati Uniti, principalmente appartenenti alla Baja California.

Per preparare l’incontro con il successore di Don Bosco, l’équipe di Comunicazione Sociale ha promosso diverse iniziative, tra le quali un video nel quale giovani, membri della Famiglia Salesiana e Salesiani esprimono i propri sentimenti e pensieri sulla presenza del X Successore di Don Bosco nell’Ispettoria di Messico-Guadalajara.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".