Stampa questa pagina

Ecuador – La missione dei Salesiani dopo il terremoto: accompagnare e ricostruire persone

06 Maggio 2016

(ANS – Manta) – Il terremoto ha lasciato dietro di sé non solo distruzione e morte, ma anche tristezza e desolazione dell’anima. “Abbiamo trovato persone che non riescono a superare il colpo, l’impatto del terremoto e le vedi abbattute, silenziose, con grande tristezza”, ha scritto Josetxo Garcia. La missione dei Salesiani è quella di accompagnarle.

La comunità salesiana e gli educatori lavorano ogni giorno pensando al benessere dei bambini e dei giovani, come faceva Don Bosco. Sebbene le lezioni siano sospese, gli educatori aiutano l’istituto. Trasportano banchi e tavoli, mettono in ordine e distribuiscono le donazioni di cibo nei quartieri bisognosi… “Si sono messi all’opera per aiutare le persone e contribuire a superare gradualmente la difficile situazione prodotta dal terremoto”.

Se dunque uno dei compiti dei Salesiani e degli educatori è accompagnare le persone traumatizzate, neanche va dimentica la condizione di migliaia di studenti che “vivono senza fare nulla”, perché non c’è più una scuola, né ambienti idonei ad accoglierli; per questo i Salesiani hanno già iniziato la demolizione dell’ambiente educativo compromesso dal sisma, per poter soddisfare quanto prima le migliaia di bambini e adolescenti che “più che mai necessitano di una casa che li accolga e di un cortile per giocare”.

Per collaborare visitare il sito: www.salesianos.org.ec/ 

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".