Brasile – L’Arcivescovo di Rio de Janeiro celebra la Messa per la pace nella parrocchia salesiana ...

Rio de Janeiro, Brasile – maggio 2021 – Il 12 maggio, nella parrocchia salesiana ...

RMG – La Consulta Mondiale della Famiglia Salesiana 2021

(ANS – Roma) – Maggio è un mese salesiano. La Famiglia Salesiana rimane con ...

TOTA PULCHRA ES MARIA (BELLISSIMA SEI, MARIA)

In un mondo che intravvede la luce, ma si trova ancora in un tunnel di penose apprensioni, la ...

RMG – Educazione all’amore: affettività e sessualità. Come accompagnare i giovani

(ANS – Roma) – Uno degli obiettivi indicati nella programmazione del Settore della ...

Messico – Pellegrinaggio Virtuale della Famiglia Salesiana alla Basilica di “Nostra Signora di ...

Città del Messico, Messico – maggio 2021 – Il 5 maggio si è svolto il ...

Cile – Centinaia di educatori salesiani partecipano all’incontro sul “Sistema Preventivo messo alla ...

(ANS – Santiago) – Più di 200 persone – educatori di diverse scuole, ...

Rwanda – Benedetta e inaugurata la chiesa parrocchiale di Rango

Rango, Rwanda – maggio 2021 – Il 9 maggio nella parrocchia salesiana “San ...

Città del Vaticano – maggio 2021 – Il 1° maggio presso la Madonna del Soccorso, nella Cappella Gregoriana della Basilica Vaticana, il Santo Padre Francesco ha presieduto la recita del Santo Rosario che apre la maratona di preghiera dal tema “Da tutta la Chiesa saliva incessantemente la preghiera a Dio (At 12,5)” per invocare la fine della pandemia. L’iniziativa, nata per desiderio del Papa, è promossa dal Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione e coinvolge trenta santuari mariani di tutto il mondo che, a turno, guideranno ogni giorno del mese di maggio, tradizionalmente mese mariano, la preghiera del Rosario per tutta la Chiesa. Il prossimo 31 maggio sarà Papa Francesco a guidare la recita del Rosario nei Giardini Vaticani a conclusione della maratona di preghiera.

Città del Vaticano – aprile 2021 – Anche quest’anno, la celebrazione della Pasqua è stata segnata dalle restrizioni della pandemia. Tuttavia, nella liturgia più solenne dell'anno, in una basilica di San Pietro ancora semivuota, Papa Francesco ha esortato a non perdere la speranza e ad avere fiducia nella rinascita. Dopo la Messa, poi, il Pontefice ha impartito la tradizionale benedizione Urbi et Orbi. Nel suo messaggio, c’è stato un forte appello a condividere i vaccini con i Paesi più poveri, a rimuovere le limitazioni alla libertà di religione e a porre fine alle troppe guerre e violenze. Un messaggio forte, all’insegna della pace e della speranza. Un tema, quello della speranza, che il Santo Padre aveva invocato già durante la Via Crucis di venerdì 2 aprile: una Via Crucis con le meditazioni e le preghiere dei più piccoli, ai quali è giunta la carezza del Papa.

Città del Vaticano – 28 marzo 2021 - Papa Francesco ha presieduto,
all’Altare della Cattedra nella Basilica di San Pietro, la solenne celebrazione liturgica della Domenica delle Palme e della Passione del Signore. Durante l’omelia Papa Francesco ha invitato i fedeli in questa Settimana Santa ad alzare lo sguardo alla croce per ricevere la grazia dello stupore “Ripartiamo dallo stupore; guardiamo il Crocifisso e diciamogli: “Signore, quanto mi ami! Quanto sono prezioso per Te!”. Lasciamoci stupire da Gesù per tornare a vivere, perché la grandezza della vita non sta nell’avere e nell’affermarsi, ma nello scoprirsi amati. Questa è la grandezza della vita: scoprirsi amati. E la grandezza della vita è proprio nella bellezza dell’amore. Nel Crocifisso vediamo Dio umiliato, l’Onnipotente ridotto a uno scarto. E con la grazia dello stupore capiamo che accogliendo chi è scartato, avvicinando chi è umiliato dalla vita, amiamo Gesù: perché Lui è negli ultimi, nei rifiutati, in coloro che la nostra cultura farisaica condanna”.

Marzo, il mese di San Giuseppe

Marzo è tradizionalmente il mese dedicato a San Giuseppe, sposo di Maria. Approfondiamo alcuni aspetti sul Santo, che possono essere un’ispirazione per la vita di tutti.

(ANS – Baghdad) – Un viaggio per portare speranza ad un intero popolo; un viaggio alle radici delle religioni abramitiche; un viaggio per ribadire il valore della fratellanza tra tutte le genti: sono tante le letture che si possono dare al viaggio di Papa Francesco in Iraq. Poco più di tre giorni, ma che resteranno scolpiti nella storia del Paese, del Pontificato di Papa Francesco e nella sua vita personale. Come ha detto salutando la folla allo stadio “Franso Hariri” di Erbil: “l’Iraq rimarrà sempre con me, nel mio cuore”.

Iraq – marzo 2021 – Si è appena concluso il 33° viaggio internazionale di Papa Francesco in Iraq, una terra dalla quale il cuore del Pontefice non si allontanerà mai. Il Viaggio, all'insegna del motto evangelico "Siete tutti fratelli", era iniziato lo scorso 5 marzo. Si è trattato di un pellegrinaggio da tempo desiderato, per abbracciare un popolo che ha sofferto enormemente, ma che ha anche maturato una grande voglia di riscatto e di un futuro di pace. Sono stati tanti i momenti significativi di questa visita storica: l’incontro con il grande ayatollah al Sistani a Najaf, la preghiera contro la guerra a Mosul, l’abbraccio ai cristiani della piana di Ninive e, naturalmente, la Messa ad Erbil nello stadio Hariri. “Salam, salam, salam! Dio vi benedica tutti! Dio benedica l'Iraq”: con queste parole, Papa Francesco ha salutato l’Iraq e i tanti fedeli che lo hanno accolto.

Pagina 1 di 41

Interviste

  • Siria – La sfida di essere un salesiano bravo e felice
    • Mercoledì, 12 Maggio 2021

    (ANS - Aleppo) - Andrew Mulumba Chishimba è un giovane di 25 anni, salesiano in formazione, nativo dello Zambia, ma dallo scorso settembre ha iniziato il suo servizio missionario nella comunità di Aleppo, in Siria. Oggi condivide con ANS il suo percorso e la sfida e gli insegnamenti appresi finora.

Eventi

  • Belgio – Alla ricerca del “potere della vulnerabilità”, insieme ai giovani
    • Giovedì, 13 Maggio 2021

    (ANS - Heverlee) – Lo scorso 28 aprile una ventina di educatori e insegnanti delle realtà salesiane presenti in Germania, Austria, Olanda e Belgio si sono riuniti digitalmente per un programma di formazione dal titolo: “Scoprire il potere della vulnerabilità insieme ai giovani”. L’iniziativa è stata promossa da diversi organismi salesiani: il “Don Bosco Bildungsforum” dell’Ispettoria dell’Austria (AUS), il “Don Bosco Vorming & Animatie”, dell’Ispettoria di Belgio Nord e Olanda (BEN) e lo “Jugendpastoralinstitut Don Bosco”, dell’Ispettoria della Germania (GER).

L'Approfondimento

  • Gran Bretagna – “Non dimenticare il divertimento: è sacro!”
    • Martedì, 11 Maggio 2021

    (ANS – Londra) – Il gioco è sacro ed essenziale a tutte le età. È il luogo dove perdiamo tempo, ci mettiamo ad esplorare e dimentichiamo per un po’ il passato e il futuro. È per questo che ravviva l’anima, genera prospettive e fa crescere il senso dell’umorismo. Giocare con gli altri, sia nello sport, sia negli hobby, mette tutti sullo stesso piano come esseri umani. È qualcosa di sacro da fare.

Il Messaggio del Rettor Maggiore

  • TOTA PULCHRA ES MARIA (BELLISSIMA SEI, MARIA)
    • Venerdì, 14 Maggio 2021

    In un mondo che intravvede la luce, ma si trova ancora in un tunnel di penose apprensioni, la nostra preghiera a Lei, alla Madre, ha pienamente senso. Se guardiamo con attenzione il volto di Maria scopriremo non soltanto la sua bellezza, ma anche l’amore che sgorga dai suoi occhi.

Video IT

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".