Stampa questa pagina

Vaticano – Al via dal 1° settembre la “Stagione del Creato”
In evidenza

03 Settembre 2020

(ANS – Città del Vaticano) – La “Stagione del Creato” è un evento ecumenico annuale che si tiene dal 1° settembre al 4 ottobre e vuole essere un momento di preghiera e di azione a favore della nostra “Casa Comune”. L’obiettivo di quest’anno è quello di riconsiderare gli stili di vita ecologici, economici, sociali e politici. Il tema scelto per il 2020 è: “Giubileo per la Terra”.

Sull’evento è intervenuto anche il Patriarca di Costantinopoli, Bartolomeo I, che ha affermato: “È una convinzione ormai condivisa che, nel nostro tempo, l’ambiente naturale è minacciato come mai prima d’ora nella storia dell’umanità”. Se da un lato, infatti, i progressi hanno fornito grandi benefici, dall’altro possono anche rivelarsi distruttivi se utilizzati in modo improprio. Per questo, come ricorda ancora Bartolomeo I: “La protezione del bene comune, dell’integrità dell’ambiente naturale, è una responsabilità comune a tutti gli abitanti della terra”.

Tuttavia, anche se molti individui hanno dimostrato il loro impegno per l’ecologia, le Nazioni non sono state in grado di prendere decisioni particolarmente efficaci per il bene dell’ambiente.

Papa Francesco, nell’Enciclica “Laudato Si’”, ha sottolineato che: “La sfida urgente di proteggere la nostra casa comune comprende la preoccupazione di unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale, poiché sappiamo che le cose possono cambiare. Il Creatore non ci abbandona, non fa mai marcia indietro nel suo progetto di amore, non si pente di averci creato. L’umanità ha ancora la capacità di collaborare per costruire la nostra casa comune” (Laudato si, 13).

Nel Messaggio per la celebrazione della Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato, Papa Francesco esprime anche la sua gioia per le tante iniziative, a livello locale, per la nostra Casa Comune e per i poveri. Questo si preannuncia essere un anno pieno di attività nelle famiglie, nelle parrocchie, nelle diocesi, nelle scuole e nelle Università.

“Ci rallegriamo anche che le comunità credenti stiano convergendo per dare vita a un mondo più giusto, pacifico e sostenibile. È motivo di particolare gioia che il Tempo del Creato stia diventando un’iniziativa davvero ecumenica. Continuiamo a crescere nella consapevolezza che tutti noi abitiamo una casa comune in quanto membri della stessa famiglia”, scrive Papa Francesco nel Messaggio per la Giornata Mondiale per la Cura del Creato.

L’attenzione all’ecologia e la creazione di un futuro sostenibile per i giovani saranno tra le linee guida che il Rettor Maggiore darà alla Congregazione per il prossimo sessennio 2020-2026.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".