Stampa questa pagina

Italia – Tutto pronto per il Congresso Internazionale “Giovani e scelte di vita: prospettive educative”
In evidenza

18 Settembre 2018

(ANS – Roma) – In prossimità della celebrazione del Sinodo dei Vescovi su “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, previsto nel prossimo ottobre, l’Università Pontificia Salesiana (UPS) e la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium” organizzano il Congresso Internazionale “Giovani e Scelte di vita: prospettive educative”, che si apre dopodomani, giovedì 20 settembre, presso la sede dell’UPS. “Insieme ad esperti di tutto il mondo giovanile di vari continenti, vedremo come il carisma salesiano e l’esperienza di vita di Don Bosco e di Madre Mazzarello possano insegnare qualcosa sulle scelte di vita oggi” ha spiegato don Mauro Mantovani, Rettore Magnifico dell’UPS.

Scopo del congresso è offrire un contributo allo studio del mondo giovanile odierno in rapporto alle scelte di vita, con l’approccio proprio della ricerca universitaria delle scienze dell’educazione e la prospettiva dell’umanesimo pedagogico cristiano – che è alla base del Sistema Preventivo di Don Bosco. E la preparazione del congresso ha già rappresentato un modello di collaborazione a livello internazionale e tra Salesiani e Figlie di Maria Ausiliatrice. 

L’evento si svolgerà presso la sede dell’UPS e vedrà riuniti circa 300 persone tra studiosi, educatori, formatori e giovani da ogni parte del mondo.

Tra i relatori si segnala in particolare la presenza del card. Lorenzo Baldisseri, Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi; di mons. Raúl Biord Castillo, vescovo di La Guaira e Vicepresidente della Conferenza Episcopale Venezuelana; del direttore della Pastorale Giovanile per la Conferenza Episcopale Italiana, mons. Michele Falabretti; del prof. Franco Garelli, Sociologo all’Università di Torino; e della prof.ssa Laura Nota, docente di Psicologia dell’Educazione all’Università di Padova; oltre a sociologi di diverse provenienze (Camerun, Cile, India, Est Europa).

L’apertura dell’evento è prevista per giovedì 20 settembre con una conferenza introduttiva. Le sessioni di venerdì 21 settembre saranno dedicate rispettivamente ai temi “In ascolto dei giovani” e “In dialogo per discernere”.

Sabato 22 sarà dedicato alle prospettive educative in chiave ecclesiale e salesiana: dapprima a confronto con l’esperienza formativa di Don Bosco e Madre Mazzarello e poi nell’orizzonte del sistema educativo salesiano oggi. Nel pomeriggio si terrà la presentazione di 18 “buone pratiche” inerenti dei percorsi per educare i giovani alle scelte. Esse riguarderanno ambiti, vocazioni e modalità diversi: scuola, università, oratori, volontariato, chiamata al matrimonio, pastorale vocazionale specifica, educazione alle scelte attraverso i nuovi media… Anche in questo caso la scelta del campione avrà una rappresentatività globale, riportando esperienze di successo attualmente in corso in Argentina, Brasile, Canada, Colombia, Filippine, Francia, Italia, Madagascar, Slovacchia, Spagna e Svizzera.

Il mattino di domenica 23 settembre sarà dedicato alle conclusioni, e terminerà con l’Eucaristica presieduta da don Fabio Attard, Consigliere Generale per la Pastorale Giovanile.

Guardando anche oltre l’evento in sé, constatando il grado di collaborazione raggiunto, don Mantovani si dice sicuro: “il congresso sarà non solo un punto di arrivo, ma anche un punto di partenza per ulteriori sviluppi futuri”.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito: www.giovaniesceltedivita.org

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".