Stampa questa pagina

Italia – Il Card. Cristóbal López Romero, SDB, ha preso possesso cardinalizio del Titolo di San Leone I
In evidenza

17 Febbraio 2020

(ANS – Roma) – Domenica 16 febbraio, durante la celebrazione dell’Eucaristia, il salesiano Cristóbal López Romero, arcivescovo di Rabat (Marocco), ha preso possesso cardinalizio del Titolo di San Leone I, che gli è stato concesso da Papa Francesco quando lo ha nominato cardinale il 5 ottobre 2019.

Il card. López Romero è nato a Vélez Rubio (Spagna), nel 1952. Attualmente presiede una piccola comunità cattolica di poco più di 20.000 fedeli, tutti stranieri, per lo più giovani dei Paesi sub-sahariani.

In un messaggio inviato all’Agenzia iNfo Salesiana (ANS) il Cardinale ha rivolto un pensiero a tutti i salesiani del mondo: “Oggi prendo possesso di quella che è la mia parrocchia a Roma. Il Santo Padre mi ha dato questa Parrocchia per essere legato alla Chiesa di Roma, che è il centro di riferimento universale. Colgo l’occasione per salutare tutto il mondo salesiano, sempre unito al Papa. Sono vescovo a Rabat, e la nostra Chiesa vive la fede con grande entusiasmo. Vi chiedo una preghiera perché possiamo essere una Chiesa che dà testimonianza in Marocco, dove la maggioranza è musulmana, e dove lavoriamo insieme per costruire il Regno di Dio. Che Don Bosco e Maria Ausiliatrice ci aiutino”.

Il primo atto della presa di possesso cardinalizio ha avuto luogo alla porta della parrocchia “San Leone I”, in via Prenestina 104, su cui insiste il titolo cardinalizio. Il Cardinale Lopez è entrato in compagnia del parroco di San Leone I, don Vito di Nuzzo, ha baciato il crocifisso ed è poi entrato nella chiesa, dove una moltitudine di fedeli lo ha accolto con un applauso. Il porporato si è poi recato all’altare del Santissimo Sacramento per trascorrere qualche momento in preghiera. Subito dopo si è vestito per la celebrazione eucaristica, durante la quale è stato letto il decreto di titolarità cardinalizia, nell’ordine dei “cardinali presbiteri”.

Come è noto, i cardinali sono nominati in maniera sovrana dal Papa, il quale al momento della nomina assegna loro la titolarità di una parrocchia della diocesi di Roma o di una sede suburbicaria, a simboleggiare l’unità del Collegio dei cardinali come supporto all’attività pastorale del Vescovo di Roma.

Da ieri la parrocchia di San Leone I è ornata con due stemmi: su una porta della chiesa c’è lo stemma episcopale del Papa, e su un’altra lo stemma del cardinale López Romero, da cui dipende simbolicamente.

I cardinali hanno numerosi compiti, ma tra i principali c’è sicuramente l’elezione del Successore di Pietro. Papa Paolo VI ha limitato l’età dei cardinali elettori, e quindi eleggibili, a 80 anni e il loro numero a 120.

La parrocchia di San Leone I è una chiesa della diocesi di Roma ed è stata fondata il 7 ottobre 1952.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".