Stampa questa pagina

Stati Uniti – Una ricerca salesiana sugli effetti di Covid-19 sui giovani
In evidenza

07 Settembre 2020

(ANS – San Francisco) – La pandemia di coronavirus continua ad accelerare negli Stati Uniti e nel mondo e tantissimi giovani e bambini continuano a frequentare la scuola soltanto online. Juan Carlos Montenegro, Delegato per l’Animazione Missionaria dell’Ispettoria degli Stati Uniti Ovest (SUO), ha creato un sondaggio per dimostrare come il volontariato aiuti i giovani in questi tempi difficili.

Ai volontari che partecipano al programma estivo a Bellflower e Boyle Heights (Los Angeles) è stato chiesto di compilare un questionario e di inviarlo poi ad altre due persone, che non erano state coinvolte nei programmi estivi. Alla ricerca hanno partecipato anche insegnanti, genitori, amministratori scolastici e chiunque lavori a contatto con i giovani. I risultati della ricerca, evidenziano alcune somiglianze e differenze tra i giovani che hanno fatto volontariato e quanti invece non lo hanno fatto, gettano luce su ciò che sta accadendo ai ragazzi durante la pandemia.

Ecco, di seguito, alcuni punti essenziali emersi da questa analisi.

Consapevolezza di sé: se i giovani sono accompagnati durante questi tempi di pandemia, si sentono più consapevoli di chi sono e hanno una maggiore coscienza delle loro reazioni in situazioni come questa.

Vicinanza con la famiglia: i giovani hanno bisogno di sostegno e per questo è importante che le famiglie creino una propria routine, in cui si possa trascorrere del tempo insieme. È fondamentale che i genitori si interessino agli hobby dei figli e che trovino il modo di farne parte.

Risoluzione dei conflitti: questa pandemia ci ha dato l’opportunità di essere vicini come famiglia, ma questa vicinanza può creare a volte qualche tipo di conflitto. Questa può essere un’ottima opportunità per praticare tecniche di risoluzione dei conflitti e di empatia.

Morte e incertezza: sono queste le più grandi paure dei giovani in questi mesi. Dunque, i ragazzi vanno aiutati ad affrontare le proprie ansie e angosce.

Ansia e depressione: sono parole di cui dobbiamo essere consapevoli, poiché molti dei nostri giovani soffrono di questi problemi. I responsabili scolastici, le organizzazioni no profit e le parrocchie devono chiedersi: “Cosa stiamo facendo per sostenere i nostri giovani che stanno attraversando queste situazioni?”.

Gratitudine: questa pandemia offre un’eccellente opportunità per aiutare i nostri giovani ad essere grati, ad imparare ad apprezzare ciò che hanno e, più di ogni altra cosa, a mostrare loro come possono utilizzare le loro risorse per migliorare la nostra società.

La ricerca completa è disponibile in rete, in inglese e spagnolo.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".