Stampa questa pagina

Filippine – “Bisperas sa Veritas” spegne 15 candeline
In evidenza

27 Dicembre 2019

(ANS – Manila) – Il programma radiofonico salesiano “Bisperas sa Veritas” va in onda ormai da quindici anni. La prima trasmissione ebbe luogo alla vigilia della prima Domenica di Avvento (anno A) del 2004 e da allora, tra i tanti cambiamenti tecnologici e sociali intercorsi, è sempre rimasto “sulla cresta dell’onda”, ispirata dal sogno del suo devoto e instancabile direttore e animatore, don Salvatore Putzu, SDB.

Il titolo del programma già indica il suo scopo principale. Esso infatti viene trasmesso alla vigilia (nei primi vespri - Bisperas) dell’Eucaristia domenicale sulla Radio Cattolica “Radyo Veritas”, 846 kHz. Il nome del programma significa letteralmente: la vigilia della liturgia domenicale di Radio Veritas. Scopo fondamentale del programma settimanale, che va in onda, in diretta, ogni sabato dalle 17:00 alle 18:00, è quello di favorire un migliore apprezzamento della Parola di Dio nella liturgia e una più significativa partecipazione alla celebrazione dell’Eucaristia domenicale.

Avendo ben in mente le famiglie filippine come target principale, l’équipe della trasmissione dietro “Bisperas” ha ideato un suo format specifico: simula una famiglia impegnata in una catechesi interattiva su tutte le letture domenicali – non solo sul Vangelo. Secondo don Putzu, infatti, il formato interattivo favorisce una discussione ancora più animata e partecipativa con i radioascoltatori, che possono inviare contributi e interrogativi attraverso SMS, telefonate, email…

Il programma ha così un innovativo carattere di indagine e ricerca, grazie alle domande candide, a volte ingenue, che arrivano dagli ascoltatori. La bravura dell’équipe della trasmissione sta anche nel saperle gestire con cura, fornendo risposte attente e discrete, e andando così a sviluppare una catechesi più ricca, che riesce a chiarire, a partire dai dubbi della gente comune, i passaggi biblici più complicati o quelli che rischiano di essere fraintesi.

La trasmissione cerca di attirare più ascoltatori aggiungendo novità al programma. Don Putzu compone sempre una preghiera specifica che riassume gli spunti della puntata e che serve a illustrare il filo rosso che unisce le letture domenicali tra loro e con il dibattito che s’innesca nel programma. A metà della trasmissione, inoltre, c’è spazio anche per le richieste o intenzioni di preghiera e i saluti e i suggerimenti da parte degli ascoltatori.

“Bisperas” dipende esclusivamente dalla Divina Provvidenza e dalla buona volontà e generosità degli amici che credono nella sua causa. In questi 15 anni don Putzu è sempre riuscito a sostenere tutti i costi ed è fiducioso per il futuro: “Dove Dio guida, Egli provvede” afferma.

Accanto a don Putzu in questi anni si è formata una vera è propria squadra, composta da don Bernard Nolasco, SDB, che si alterna con don Putzu nella conduzione di “Bisperas” e altri membri della Pastorale dei Media, come Lholet Balboa, Citas Sugue, Mila Macam, Vi Hernandez, and Bennette Consolacion.

In questi quindici anni di diffusione della Parola di Dio, “Bisperas” ha costantemente ampliato il suo pubblico, come testimoniano i messaggi che giungono a Radio Veritas da varie parti del Paese, e molti sacerdoti riconoscono che le catechesi interattive sono fonte d’ispirazione e un aiuto concreto per le loro omelie.

“Bisperas sa Veritas” è accessibile da tutto il mondo attraverso l’app (per le piattaforme IOS e Android) e la pagina Facebook di Radio Veritas, dove sono disponibili anche i podcast di tutte le ultime recenti trasmissioni.

Tutti gli operatori di “Bisperas sa Veritas” ringraziano il Signore per le numerose benedizioni di questi 15 anni e guardano avanti con speranza, consapevoli di essere annunciatori della Buona Novella attraverso il ministero radiofonico.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".