Stampa questa pagina

Costa Rica – Il CEDES Don Bosco lancia la campagna “La nostra missione continua”

23 Luglio 2020

(ANS - San José) - Con l’obiettivo di continuare, in tempi di pandemia, a fornire ogni giorno un sostegno educativo, umanitario e integrale a più di 2.000 famiglie del Paese, il CEDES Don Bosco ha lanciato la campagna "La nostra missione continua", che terminerà il prossimo 20 agosto.

La campagna "La nostra missione continua" consiste in una raccolta di fondi digitali, in particolare attraverso la piattaforma Yo Me Uno, pienamente supportata dall'istituto finanziario BAC Credomatic.

Il CEDES (Centro de Educación Salesiana) è un'opera educativa sociale, che oltre ad aiutare ogni giorno più di 2.000 bambini e giovani, serve circa 5.000 abitanti delle comunità vicine, che beneficiano di programmi educativi, ricreativi e religiosi.

"Per sostenere l'opera, il CEDES Don Bosco svolge ogni anno varie attività di raccolta fondi, la maggior parte delle quali sono eventi di massa, ma in conseguenza della crisi sanitaria mondiale causata da COVID-19 sono state sospese. Tuttavia, nonostante l'emergenza, la missione del CEDES Don Bosco continua, soprattutto per i giovani e le loro famiglie, che oggi più che mai richiedono l'opportunità educativa e la crescita integrale che offriamo", ha sottolineato il sacerdote salesiano Carlos Chiu Fuentes, direttore dell'Ufficio di Pianificazione e Sviluppo dei Salesiani del Costa Rica.

Nonostante tutto, il CEDES Don Bosco ha inoltre continuato il processo di insegnamento, dando lezioni virtualmente.

"Per agire in modo efficace, è stata effettuata un'indagine per conoscere la situazione delle famiglie di ciascuno dei nostri studenti. Lì è diventato evidente che i nostri beneficiari, oltre all'istruzione, hanno bisogno di noi molto al di là del servizio educativo che forniamo loro. Il divario digitale e l'accesso alla tecnologia sono state due delle sfide che abbiamo affrontato in questi mesi di emergenza. Per questo motivo, è stato fatto un prestito di computer istituzionali a bambini e giovani che, a causa della loro situazione economica, non avevano accesso alle attrezzature tecnologiche", aggiunge don Fuentes.

"Allo stesso modo, grazie a diversi sforzi istituzionali e grazie a un accordo con aziende e fondazioni, siamo stati in grado di soddisfare il bisogno di connettività e anche di colmare altre carenze basilari, come quella del cibo, che sono una priorità per il CEDES Don Bosco”, ha proseguito.

Per maggiori informazioni, è possibile visitare la pagina Facebook del CEDES Don Bosco. (@cedespaginaoficial)

Fonte: elmundo.cr 

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".