Stampa questa pagina

Vietnam – Il Servo di Dio don Andrej Majcen continua ad ispirare molti

12 Dicembre 2016

(ANS – Ho Chi Min City) – Il Servo di Dio don Andrej Majcen SDB (1904-1999) noto come il “Don Bosco del Vietnam” fu una figura molto nota durante la sua vita, in Cina, Vietnam e Slovenia. Mentre procede l’iter della sua causa, dalla sua testimonianza fioriscono nuove iniziative benefiche, come quella del signor Francis Nguyen, Exallievo di Don Bosco e uno dei discepoli di don Majcen, che in sinergia con i Salesiani ha lanciato l’iniziativa “Bisto Mai-Sen”, un centro di formazione tecnica per giovani delle aree rurali, nei pressi dell’aeroporto di Ho Chi Min City.

Grazie al Bisto Mai-Sen circa 120 giovani in difficoltà, ragazzi e ragazze, hanno la possibilità di frequentare corsi di panetteria, cucina, ristorazione e discipline alberghiere, e al tempo stesso di conoscere e diffondere la fama di santità del “Don Bosco del Vietnam”.

Don Andrej Majcen, nato a Maribor, Slovenia, fu missionario in Cina e in Vietnam (1935-1979) e, rientrato in patria, confessore fino alla conclusione dei suoi giorni, per un totale di 44 anni di apostolato missionario e 20 di animazione missionaria in Slovenia. Le sue riflessioni e meditazioni raccolte nei diari (oltre 6000 pagine), esprimono una profonda vita cristiana e un impegno personale di crescita spirituale.

A promuovere la sua causa sono i Salesiani della Slovenia e del Vietnam, che hanno avuto modo di conoscere don Majcen e ne attestano l’esemplarità della vita cristiana e salesiana. La Congregazione delle Cause dei Santi da parte sua ha dato il nullaosta all’avvio del processo nel dicembre del 2008.

Ora un’altra buona notizia relativa a questo Servo di Dio viene dalla sua terra natale. Il vice-postulatore della sua causa, l’ex Ispettore della Slovenia, don Alojzij Snoj, ha informato che il tribunale diocesano per la causa di beatificazione a Ljublanja, nella seduta del 18 novembre, “ha accettato ufficialmente le testimonianze depositate in Vietnam come parte della documentazione del processo”. Per questo spera che “in pochi mesi saremo in grado di portare a termine anche la commissione storica”.

Il Postulatore Generale per le Cause dei Santi della Famiglia Salesiana, don Pier Luigi Cameroni, è fiducioso che la fase diocesana del processo di beatificazione in Slovenia possa concludersi entro la fine del prossimo 2017. E invita tutti i membri della Famiglia Salesiana ad approfondirne la figura e ad invocarlo nelle preghiere.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".