Stampa questa pagina

Zambia – Donne per le donne: la missione e i progetti delle Figlie di Maria Ausiliatrice a Luwingu

08 Marzo 2017

(ANS – Luwingu) – Localizzata nel nord dello Zambia, Luwingu è una piccolissima cittadina che – a causa di una rete stradale quasi inesistente – fino a pochi anni fa era isolata dal resto del paese ed è pertanto economicamente arretrata. L’agricoltura di sussistenza e la caccia hanno costituito per anni le principali fonti di alimentazione, che tuttavia risultava decisamente insufficiente dal punto di vista qualitativo e quantitativo. Ma nel 1984 a Luwingu sono arrivate le Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA).

Impegnate prima di tutto nell’oratorio e nell’alfabetizzazione, le suore hanno dapprima dato vita alla “Don Bosco Primary School”: nata sotto gli alberi e in un garage, oggi con oltre 600 alunni ed è la migliore scuola del distretto.

Le suore hanno poi provato ad avviare una scuola professionale di taglio e cucito, ma la realtà locale, con la popolazione dispersa in piccolissimi agglomerati lungo le strade, ha reso necessario trasformare il progetto iniziale (un centro educativo stabile) in un’opera “itinerante” per le giovani donne: le FMA raggiungono le giovani nei loro stessi centri, organizzandole in piccoli gruppi, e offrendo loro formazione cristiana e promozione umana. Attualmente ci sono quasi 30 gruppi sparsi in tutto il territorio, con circa 500 giovani donne coinvolte.

Recentemente, inoltre, la comunità delle FMA ha avviato il progetto della “Valponasca Learning Farm” una fattoria didattica che offre formazione professionale nel settore agricolo, volto ad incidere in maniera sostanziale sul contesto produttivo locale.

Il progetto, che ha coinvolto 150 donne e piccoli contadini, si fonda su tre elementi: formazione periodica; distribuzione di semi di fagioli certificati e di fertilizzante; frequentazione diretta della fattoria, per assicurare la possibilità di vedere, verificare, condividere metodologie e risultati.

L’iniziativa sta segnando il passaggio dall’agricoltura di sussistenza a una agricoltura professionale, con un rendimento che si è moltiplicato di 3 volte – ed è potenzialmente in grado di decuplicarsi – e con un prodotto qualitativamente molto superiore.

“Formazione e professionalizzazione sono la strada per trasformare anche i più sperduti villaggi nel cuore dell’Africa – ha commentato sr Elisa Tonello, FMA a Luwingu – Non basta dare: il seme va accompagnato con la formazione e un costante monitoraggio dei progressi, affinché i piccoli contadini possano, condividere informazioni ed esperienze, sentirsi uniti e rassicurati e sognare assieme nuovi sviluppi”.

Per ulteriori informazioni visita: Missioni Don Bosco

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".