Stampa questa pagina

Spagna – La Famiglia Salesiana celebra Don Bosco con lo sguardo posto sul Sinodo sui Giovani

30 Gennaio 2018

(ANS – Madrid) – La Famiglia Salesiana si sta preparando in questi giorni per la celebrazione della festa del suo fondatore, san Giovanni Bosco (1815-1888), il 31 gennaio. Oltre 650 opere salesiane in Spagna continuano oggi il suo lavoro a favore dei giovani, in particolare dei più bisognosi. Circa 188.000 giovani frequentano le diverse opere salesiane, dove ricevono educazione, formazione tecnica e valori, forniti da 1.635 Salesiani e Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA) e 14.500 educatori e collaboratori.

Scuole, centri di formazione professionale, centri giovanili, progetti di intervento sociale per i giovani a rischio di esclusione e immigrati, parrocchie, case di accoglienza… Queste sono le principali opere salesiane utilizzate per formare “buoni cristiani e onesti cittadini”, come proponeva Don Bosco.

In Spagna lavorano 952 Salesiani e 683 FMA. I loro centri educativi costituiscono una delle reti educative non universitarie più numerose del paese. Entrambe le congregazioni dirigono e animano 138 scuole. 96.000 studenti frequentano questi centri educativi, dove lavorano 6.235 insegnanti. E riguardo ai Centri di Formazione Professionale, Salesiani e FMA in Spagna ne contano 60, con circa 18.700 allievi e oltre 1.400 docenti.

I 134 centri giovanili salesiani offrono educazione nel loro tempo libero a 42.300 bambini e giovani. Circa 5.150 animatori si mettono al servizio dei più piccoli in maniera volontaria.

Il lavoro salesiano raggiunge anche i giovani a rischio di esclusione sociale. Salesiani e FMA stanno attualmente portando avanti 293 progetti sociali, attraverso case d’accoglienza, appartamenti per l’emancipazione, percorsi con migranti, programmi di inserimento lavorativo… Quasi 29.500 destinatari beneficiano di queste iniziative, che godono del supporto di circa 1.670 educatori.

Nello scorso autunno i Salesiani hanno celebrato a Madrid il Congresso Internazionale di Pastorale Giovanile e Famiglia, parte di un percorso per rendere la famiglia sempre più autentico soggetto della Pastorale Giovanile salesiana.

E per questo 2018 la Famiglia Salesiana seguirà da vicino il Sinodo dei Vescovi su “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. Inoltre, si sta lavorando per promuovere tra gli ambienti salesiani una cultura vocazionale, al fine di promuovere la riflessione di bambini e giovani sul senso della loro vita e su come raggiungere la felicità attraverso la fede.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".