Stampa questa pagina

Isole Salomone – Una seconda opportunità grazie al Centro di Formazione “Don Bosco”

21 Novembre 2018

(ANS – Tetere) – Il Centro di Formazione “Don Bosco” di Tetere offre a molti giovani un’alternativa rispetto all’abbandono scolastico. Presso quest’opera salesiana lavorano sette insegnanti, tutti indigeni, che offrono un approccio professionale all’educazione, all’alfabetizzazione e al calcolo numerico. Dirigono inoltre lezioni di recupero per tutti quei ragazzi che restano indietro nel programma.

L’istituto educativo salesiano dà agli studenti anche la possibilità di frequentare specifici corsi di agricoltura e allevamento, mettendo a disposizione una vasta gamma di colture, (in particolare riso e molti tipi di vegetali), e di bestiame - nello specifico mucche, maiali, polli e pesci. E ancora, sono offerti corsi per acquisire le competenze fondamentali di carpenteria.

Le piantagioni di riso sono la risorsa principale del centro: si estendono su una superficie di 4 ettari e producono ogni anno circa 8 tonnellate di prodotto.

Gli insegnanti organizzano per i giovani anche svariate attività ricreative, proponendo tornei sportivi, lezioni e laboratori di musica, attività liturgiche, di arte e cucina.

Tutto questo è orientato a educare ulteriormente i giovani e a fare in modo che abbiano le competenze necessarie per inserirsi nella società. Solo così, in futuro, potranno diventare autosufficienti e dare il proprio contributo come cittadini.  

Una volta terminati gli studi e la formazione presso il Centro di Formazione “Don Bosco”, molti dei ragazzi che lo hanno frequentato si sono fatti strada nel mondo del lavoro, trovando impieghi nelle aziende del Paese. E tutti loro hanno ottenuto ottimi risconti da parte dei loro datori di lavoro.

Ma i salesiani non hanno intenzione di accontentarsi di quanto già viene realizzato e stanno lavorando per offrire ulteriori opportunità ai proprio allievi: attualmente sta pensando di sviluppare una collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura delle Isole Salomone, grazie alla quale i ragazzi avrebbero l’opportunità di lavorare in una vicina piantagione di cacao.

Un’altra proposta di collaborazione potrebbe arrivare dalla “Solomon Island National University”, l’Università di Honiara, la capitale del Paese. Questo sodalizio permetterebbe di migliorare ancora di più il livello di formazione che ricevono studenti e insegnanti.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".