Stampa questa pagina

Italia – “150 Giovani in cerca d’Autore”: un resoconto dopo un anno e mezzo di lavoro

08 Agosto 2019
Foto d’archivio del Borgo Ragazzi Don Bosco di Massimo Bottarelli

(ANS – Roma) – Dopo oltre un anno e mezzo dal suo avvio, la campagna “150 Giovani in cerca d’Autore” presenta il lavoro fatto e quello ancora da fare. In questi mesi sono stati 66 i minori ai quali, con il sostegno di generosi benefattori, è stata data un’opportunità concreta di riscatto.

Quando venne avviata, nel gennaio del 2018, la campagna “150 Giovani in cerca d’Autore” rappresentava una nuova sfida per il centro salesiano “Borgo Ragazzi Don Bosco”, da sempre impegnato a dare risposte concrete ai bisogni dei ragazzi con difficoltà famigliari, sociali ed economiche. Ma in tanti hanno accettato questa nuova sfida: 25 benefattori nel 2018, e altri 29 solo nel primo semestre del 2019: 54 persone che hanno deciso con una donazione continuativa di sostenere i percorsi formativi e di crescita dei ragazzi più in difficoltà.

Grazie a loro, è stato possibile aiutare, in particolare:

  • 22 ragazzi (13 nel 2018 e 9 nel 2019), che hanno intrapreso percorsi e tirocini formativi che li hanno introdotti nel mondo del lavoro;
  • 15 ragazzi (9 nel 2018 e 5 nel 2019), che sono stati accolti in un ambiente sicuro e protetto, lontano da situazioni devianti e/o maltrattanti; 3 di essi, che sono diventati maggiorenni e pertanto hanno lasciato la Casa Famiglia, hanno continuato a godere di un accompagnamento graduale verso la vita adulta e l’affiancamento di famiglie solidali;
  • 38 ragazzi (21 nel 2018 e 11 nel 2019), che sono stati inseriti in attività sportive o laboratori creativi;

Inoltre, il progetto ha provveduto anche a formare e a sostenere 3 famiglie (2 nel 2018 e 1 nel 2019), che hanno avviato percorsi di accoglienza di ragazzi bisognosi di un nuovo contesto familiare.

La campagna, promossa anche dall’associazione “Rimettere le Ali” – anch’essa attiva al Borgo Ragazzi Don Bosco – ora si trova al giro di boa; dopo i risultati ottenuti finora, la sfida è continuare a sostenere i ragazzi, raggiungendo l’obiettivo prefissato per il 2019, cioè accompagnare nella crescita in totale 50 giovani.

“Purtroppo lo scorso anno non abbiamo raggiunto il nostro obiettivo per un soffio (ne mancavano 5!), ma siamo convinti che con un piccolo sforzo e con la collaborazione di tutti, riusciremo insieme a fare la differenze per il futuro dei nostri giovani e della nostra società” hanno affermato in una nota i promotori dell’iniziativa.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".