Stampa questa pagina

India – Don Á.F. Artime: i giovani di oggi vogliono vedere nei Salesiani “la tenerezza di Dio”

30 Ottobre 2019

(ANS – Shillong) – La Visita di Animazione del Rettor Maggiore all’Ispettoria di Shillong (INS), che si chiude oggi, 30 ottobre, è proseguita nei giorni scorsi tra festosi incontri con la popolazione locale e momenti fraterni con i salesiani dell’Ispettoria.

Dopo le tappe vissute da Agartala, Don Ángel Fernández Artime è arrivato nel pomeriggio di lunedì 28 ottobre presso la Casa Ispettoriale di Shillong, dove ad attenderlo con impazienza c’erano circa 500 persone, vestite con gli abiti tribali tipici della zona. Lì ha ricevuto il saluto ufficiale dell’Ispettore, don Paul Olphindro Lyngkot, e ha seguito con attenzione l’esibizione delle bande musicali dell’aspirantato salesiano e del coro delle novizie delle Figlie di Maria Ausiliatrice. La cerimonia di benvenuto ha però raggiunto l’apice solo quando è stato il Rettor Maggiore a contraccambiare i canti, suonando e cantando lui stesso per tutti i presenti.

Quindi, dopo un tempo dedicato alle foto e ai saluti spontanei con la folla festante, il Rettor Maggiore si è radunato con il Consiglio Ispettoriale, a cui ha illustrato la situazione generale della Congregazione e da cui ha ricevuto una panoramica sulla realtà salesiana di INS.

Ieri, martedì 29, accompagnato da numerosi salesiani, Don Á.F. Artime ha raggiunto il Teologato salesiano del Sacro Cuore, e ha celebrato la Messa per la comunità. Nella ricorrenza della memoria liturgica del Beato Michele Rua, il Rettor Maggiore ha ricordato nell’omelia che la Congregazione ha ancora bisogno di salesiani genuini e sinceri come fu il I Successore di Don Bosco. E ha aggiunto anche che i giovani di oggi vogliono vedere nei Salesiani “la tenerezza di Dio”.

Nel prosieguo della mattinata il Rettor Maggiore ha anche visitato il celebre e ampio Museo “Don Bosco Center for Indigenous Cultures” (DBCIC) di Shillong, che raccoglie testimonianze delle diverse culture delle tribù del nordest dell’India. Egli ha visitato le varie sezioni e ammirato le testimonianze culturali esposte all’interno del vastissimo museo, che si sviluppa per sette piani, e ne ha anche inaugurato il sito web.

A seguire il Successore di Don Bosco si è radunato con tutti i Salesiani dell’Ispettoria: li ha tranquillizzati sullo stato delle vocazioni a livello globale, ma ha anche richiamato la necessità di curare l’accompagnamento personale non solo dei giovani, ma anche dei salesiani stessi. Infine ha messo in guardia dalle tendenze individualiste, dall’immaturità e dal clericalismo e dalla ricerca del potere all’interno della vita religiosa.

La presentazione di un nuovo libro del salesiano don Johny Eapen ha segnato la conclusione dell’incontro.

Su ANSFlickr sono disponibili le foto della visita

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".