Presentazione Libri

La sacramentalità della parola

È appena uscito, per i tipi della Queriniana, un libro scritto da don Andrea Bozzolo, SDB, e da padre Marco Pavan, intitolato “La sacramentalità della Parola”. Il titolo riprende un’espressione presente nell’Esortazione apostolica Verbum Domini, che costituisce il frutto di un lungo cammino di ripensamento del rapporto tra Parola e Liturgia.

Carteggio Rosmini – Don Bosco

«Ella – proseguì Don Bosco rivolgendosi al secondo – avrà la classe dei più dissipati!». Ad Antonio Rosmini, scrive nelle Memorie biografiche di Son Giovanni Bosco il suo primo biografo, il salesiano Giovanni Battista Lemoyne, Don Bosco affidò «la classe dei più dissipati» e dopo ascoltando i suoi discorsi, rimase molto impressionato dalla sua capacità di dare “spiegazioni così sode e tuttavia molto adatte all’intelligenza dei giovani”. Lo pregò quindi di tener loro anche dopo i vespri un “sermoncino”. A cose fatte Don Bosco decise di informarsi su chi fossero i due visitatori e, saputo che uno dei due era l’abate Rosmini “sorpreso esclamò: L’Abate Rosmini! il filosofo!” “Oh? Il filosofo!”, rispose sorridendo Rosmini. “Un personaggio di tanto grido – continuava Don Bosco – colui che scrisse tanti libri di filosofia!”. “Eh, sì; scrissi qualche libro!”, rispose Rosmini. E Don Bosco, soggiunse: “Allora non mi stupisco più se lei ha fatto il catechismo tanto bene e con tanto sugo”. Ecco l’incipit di quella che si rivelerà una grande storia di amicizia e simpatia, cominciata a Torino tra il 1836 e il 1845 e mai interrotta, tra San Giovanni Bosco, il beato Antonio Rosmini e tra Rosminiani e Salesiani.

In occasione del centenario della nascita (1920-2020) e del venticinquesimo della morte (1995-2020) di don Egidio Viganò, VII Successore di Don Bosco dal 1978 al 1995, è nato questo progetto che raccoglie uno dei testi più significativi della sua produzione, inserendolo in una cornice di attualità. Don Viganò ha accompagnato la Congregazione Salesiana nella recezione del Concilio Vaticano II. In un momento storico di rinnovamento non facile ha mantenuto il timone della Famiglia Salesiana, orientando con chiara visione e con profondità di dottrina tutti i suoi membri. A lui si deve davvero molto: dal “Progetto Africa” al rinnovamento delle Costituzioni, dalla promozione del polo culturale dell’Università Pontificia Salesiana all’animazione della Famiglia Salesiana. Mettendo al centro del carisma di Don Bosco l’interiorità apostolica e la “grazia di unità” aiuta a riscoprire le radici dell’identità carismatica della Famiglia Salesiana.

Scrive il Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, nella prefazione:

La santità anche per te!”, lemma della Strenna che ha accompagnato il cammino della Famiglia Salesiana nel 2019, è anche il titolo dato a questa raccolta di contributi dedicati a figure della santità fiorita e maturata nel giardino del carisma salesiano.

Pagina 5 di 30

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".