L'Approfondimento

(ANS – Roma) – “Crediamo che sia stato lo Spirito Santo a formare in Don Bosco il cuore di padre e maestro, capace di un dono totale di sé ai giovani poveri, e che Maria sia nostra Madre e interceda per noi. Come Don Bosco, crediamo che Maria abbia guidato e protetto questa Famiglia per la sua crescita in tutti i continenti. Lei ci ispira a curare il bene delle giovani generazioni affinché possano avere un futuro migliore”. Così esordisce il Consigliere per la Regione Asia Est – Oceania, don Joseph Thinh Phouc, nella lettera che ha inviato ai salesiani e alla Famiglia Salesiana della sua Regione in occasione della Solennità di Pentecoste e della Festa di Maria Ausiliatrice. Di seguito riportiamo un’ampia sintesi della missiva, in cui getta il suo sguardo sulla realtà attuale della Regione.

(ANS – Gracias) – I piedi di Maria Ausiliatrice sono i piedi di un’evangelizzatrice missionaria. Le Scritture affermano: “Quanto son belli i piedi di coloro che recano un lieto annunzio di bene!” (Rm 10,15). Maria è la donna della Buona Novella: è Colei che ha dato la sua vita per il Vangelo; è Colei che ha dato la vita a Colui che dà la vita e che un giorno dirà: “Io sono la vita”; è Colei che ha insegnato a camminare sul sentiero della vita quotidiana a Colui che un giorno dirà: “Io sono la via”.

(ANS – Torino) – “Maria che racconta”: non c’è nelle invocazioni dopo la recita del Rosario una descrizione della Mamma di Gesù che richiami questa Sua caratteristica. Eppure, una Sua qualità è proprio quella dell’essere stata testimone e comunicatrice dell’ineffabile esperienza di generazione e di sequela del Salvatore. Di questa qualità, di questo impegno, è espressione anche la celebre pala che nella Basilica di Maria Ausiliatrice campeggia sopra l’altare. Don Enrico Lupano, uno dei salesiani di Valdocco impegnato nell’accoglienza dei pellegrini, ce ne dà un saggio nell’articolo che segue.

(ANS – Monrovia) – La Liberia, la “Terra degli Uomini Liberi”, è oggi un Paese provato da enormi sfide. 14 anni di guerra civile (1989-2003) hanno devastato il tessuto sociale ed economico di questo Stato dell’Africa Occidentale. Successivamente, lo scoppio dell’epidemia di Ebola, nel 2014, ha generato tanti giovani orfani. I salesiani, arrivati in Liberia nel 1979, operano proprio per aiutare i più giovani a costruire un futuro migliore per se stessi e per il Paese, attraverso le loro opere: nella capitale, Monrovia, e a Tappita, in una missione immersa nella foresta, nella contea di Nimba, regione orientale della Liberia.

Pagina 9 di 131

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".