L'Approfondimento

(ANS – Treviglio) – Treviglio è una cittadina italiana di circa 30mila abitanti, situata nella provincia di Bergamo, l’area più colpita da COVID-19 di tutto il Paese. In questo mese di marzo, ancora non completato, i morti nel comune sono praticamente raddoppiati rispetto a marzo 2019. La comunità è provata. A Treviglio i salesiani sono presenti dalla fine del XIX secolo e in quest’epoca di crisi un messaggio di speranza viene dal Direttore dell’Istituto, don Massimo Massironi, che ha voluto pubblicare una lettera ai suoi allievi. Ecco di seguito il suo messaggio.

(ANS – San Paolo) – Il cammino vocazionale di Don Bosco, come tutti i percorsi vocazionali, non è stato tutto facile, tutto “rose e fiori”. Dubbi e difficoltà sono stati presenti nel suo processo di maturazione e di decisione. Anche Don Bosco ebbe dei dubbi. Sognava di diventare francescano. Si chiedeva con insistenza quale sarebbe stata la sua missione, dove avrebbe dovuto svolgere il suo compito pastorale. La sua vita era segnata dall’indecisione e dall’incertezza, ma in mezzo alla sua vita sapeva che c’era una “medicina” che gli mandava Dio: era don Cafasso, il suo direttore spirituale.

(ANS - Roma) – La vicinanza di Papa Francesco alla Famiglia Salesiana è nota: i legami significativi con alcuni salesiani rilevanti per la sua vita, l’anno di scuola all’Istituto di Ramos Mejía, la sua devozione a Maria Ausiliatrice… Lui stesso ammise che veniva ritenuto un “gesuita pro-salesiano”. Ma nel messaggio che ha inviato in occasione del 28° Capitolo Generale della Congregazione Salesiana Papa Francesco stupisce ancora una volta per la conoscenza intima e profonda del carisma di Don Bosco. Così, parlando con familiarità, come in una semplice “buonanotte” data in oratorio, aiuta a individuare la risposta alla domanda del Capitolo: “Quali salesiani per i giovani di oggi?”. Per il pontefice argentino, la risposta è: “Né pessimista né ottimista, il salesiano del XXI secolo è un uomo pieno di speranza, perché sa che il suo centro è nel Signore, capace di fare nuove tutte le cose”.

(ANS - Roma) – Davanti all’emergenza per la diffusione del COVID-19, don Pierluigi Cameroni, Delegato Mondiale dell’Associazione di Maria Ausiliatrice (ADMA), e il Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, hanno invitato a recitare una “Novena Mondiale Straordinaria a Maria Ausiliatrice”. Per questo don Cameroni oggi ci invita a vivere e a confidare pienamente in Dio e a metterci nelle mani di Maria Ausiliatrice.

Pagina 1 di 93

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".