Foto Storia

Gò Vấp, Vietnam - 1960 - La prima opera salesiana in Vietnam fu un collegio ad Hanoi. Aperto nel 1952, fu chiuso per motivi politici nel 1954. Dal 1956 al 1976 fu attiva la scuola di formazione professionale Gò Vấp, comprendente dei laboratori di sartoria, che venne poi denominata "Don Bosco Go Vap", a Saigon - oggi Ho Chi Minh City.

Torino, Italia - giugno 1854 - Carlo Gastini (1833 - 1902) fu uno dei primi giovani internisti ad abitare nella residenza dell’Oratorio. Dapprima interessato alla vita religiosa, s’indirizzò poi verso la vita laicale. Secondo le cronache di don Carlo Viglietti era uno dei laici che soggiornavano all’Oratorio e, insieme agli altri “exallievi dell’Oratorio”, ogni 24 giugno offriva una sorta di accademia e di omaggio in onore di Don Bosco.

Torino, Italia – 1° ottobre 1947 – Il primo ottobre del 1947, presso l’Istituto “Valsalice” di Torino, venne stata scattata una foto-ricordo dei 108 salesiani di Don Bosco, tra Ispettori e Delegati di varie parti del mondo, che partecipavano al 16° Capitolo Generale della Congregazione Salesiana, nel quale Don Pietro Ricaldone venne rieletto Rettor Maggiore. In quel Capitolo gli Esercizi Spirituali vennero predicati da mons. Vincenzo Cimatti e da don Eugenio Ceria.

Barcellona, Spagna – 1886 – È il 3 maggio 1886, Don Bosco è a Barcellona. Ha affrontato un viaggio lungo e dolorosissimo.  Nelle cronache di quei giorni si ripete spesso: «Don Bosco è stracco a morte». La foto è stata scattata nel parco della villa di don Luìs Martì-Codolar, grande benefattore di Don Bosco. Durante il soggiorno a Barcellona, Don Bosco è stato letteralmente “mangiato” da una folla straripante. Assicura che “mai, né in Italia, né in Francia e nella stessa Parigi vide cosa simile”. Due giorni prima, un comitato di cittadini gli ha regalato addirittura il monte Tibidabo. 

Lo vediamo abbandonato nella poltrona, sfinito. Per camminare doveva essere sorretto da due persone. Si sorregge da solo le braccia stremate dalle migliaia e migliaia di benedizioni e comunioni distribuite. Don Michele Rua, che si china protettivo su di lui, il chierico Viglietti e don Branda gli fanno da scudo perché la gente lo vuole “toccare”. Il volto di don Bosco, comprensivo e disponibile, esprime una soddisfazione sommessa, intima, tutta sua.

Pagina 5 di 32

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".