Notizie

(ANS – Macerata) – Alle 15:00 puntali, da tanti anni, tutti i pomeriggi, all’oratorio-centro giovanile salesiano di Macerata tanti bambini e ragazzi si ritrovano per il “DonBoScuola”, un progetto che mira, da un lato, al sostegno scolastico di bambini che soffrono la povertà educativa e non, con l’obiettivo di far sì abbiano un accompagnamento allo studio quotidiano; e dall’altro, ad incrementare le dinamiche di socializzazione e inclusione attraverso laboratori e giochi. Anche il “DonBoScuola” ha risentito della pandemia e delle sue conseguenze. Ma non si è affatto fermato.

(ANS – Manouba) – I salesiani sono presenti in Tunisia con un’unica comunità canonicamente eretta, che però anima due presenze: una a Tunisi, la Capitale, l’altra a Manouba, che in verità è la Casa Madre dei salesiani nel Paese. Sebbene Manouba disti appena 8 km da Tunisi, essa è un governatorato indipendente. In totale, i Figli di Don Bosco animano due scuole, due parrocchie e un oratorio. E si danno da fare perché il nome di Don Bosco sia sempre più noto e accessibile alla popolazione locale.

(ANS – Brasilia) – È stata finalmente completata in questi primi mesi del 2021 la collana dei Quaderni della Rete Salesiana di Azione Sociale Brasile (RSB-Social). La collana offre delle guide contenenti sussidi e aiuti utili per conseguire un allineamento e un’articolazione coordinata in rete delle opere e presenze che compongono la RSB-Social.

(ANS – Latina) – In occasione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie, che si è celebrata ieri, 21 marzo, riportiamo la risposta che la comunità salesiana di Latina sta dando “sul campo” e nell’operato quotidiano - insieme a tante altre realtà del territorio - a chi nella città pontina inneggia alle malefatte dei criminali, e più ancora a chi manipola quelle coscienze giovanili per biechi interessi.

(ANS – La Paz) – Nei locali dell’Ambasciata del Giappone nella città di La Paz, in Bolivia, lo scorso 12 marzo sono stati siglati alcuni contratti di donazione da parte dell’ambasciata nei confronti di diverse realtà, tra cui uno che beneficia l’iniziativa salesiana del “Centro di Educazione Alternativa (C.E.A.) Don Bosco - El Prado”. Alla cerimonia della firma erano presenti il secondo Segretario dell’Ambasciata del Giappone, Takeshi Sakurai, il Consigliere Capo della Cancelleria, Takahiro Ogihara, membri del “Programma di Cooperazione Finanziaria non rimborsabile di assistenza ai progetti comunitari di sicurezza umana  A.P.C. dell’Ambasciata”, e il Direttore Nazionale delle Scuole Popolari “Don Bosco” (EPDB, in spagnolo), don Luis Adolfo Tórrez Sanjinés, insieme a diverse altre autorità comunali che hanno beneficiato dei progetti di donazione.

(ANS – Bata) – Le cifre ufficiali della catena di esplosioni del 7 marzo avvenute in una caserma militare nella città più popolata e capitale economica della Guinea Equatoriale, Bata, riportano 107 morti e più di 600 feriti, “ma ci sono ancora molte persone disperse e non identificate sotto le macerie”, spiegano i salesiani di Bata. Dal primo momento, così com’è successo con la pandemia, la popolazione colpita che ha perso tutto è andata all’Istituto Spagnolo dei salesiani di Bata per ricevere aiuti e attenzione.

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".